Carta dei Princìpi

“Liberi di Fare” è una rete autocostituita, libera, indipendente e apartitica di persone disabili e non che rivendicano il diritto all’assistenza personale necessaria a molte persone disabili, con l’obiettivo di perseguire l’autodeterminazione di questi ultimi.

Essa si adopera per due scopi primari:

  • Esortare le istituzioni italiane ad investire nelle politiche di welfare per garantire un pieno diritto all’assistenza per le persone che ne hanno bisogno, garantendo fondi adeguati e continui a seconda delle necessità individuali, sulla base di una preventiva analisi dei bisogni;
  • Sensibilizzare e coinvolgere l’opinione pubblica, dato che è necessario far uscire le problematiche delle persone disabili da un mondo ristretto e settoriale per coinvolgere tutti i cittadini ed esortarli a sostenere un diritto che, come tale, interessa l’intera collettività. 

I collaboratori di “Liberi di Fare” si impegnano a mantenere il movimento totalmente indipendente da qualsiasi forza politica, economica o religiosa, e da ogni tipo di strumentalizzazione. 

La libertà è il fulcro della nostra azione, ma essa risulta lettera morta se non si persegue anche l’eguaglianza sostanziale
Siamo consapevoli che i mezzi devono essere coerenti con i fini da noi perseguiti e che la libertà è interconnessa: se viene lesa quella di un altro, anche la nostra ha perso valore.

Non collaboreremo mai con singoli o con associazioni che non rispettano l’eguaglianza di tutti, senza distinzioni di 
disabilità, provenienza, etnia, sesso, identità sessuale, orientamento sessuale, religione, età, censo e professione.

2018-04-15T20:44:22+00:00