Liberi di Fare: per TUTTE le disabilità!

Chiariamo una cosa importante: Liberi di Fare non discrimina a seconda del tipo di disabilità, come affermiamo nella Carta dei Principi (https://goo.gl/nDFW8V).
Nel nostro appello alle istituzioni per il diritto all’assistenza includiamo tutti i disabili, motori, cognitivi, sensoriali, mentali (se ne abbiamo dimenticato qualcuno includete pure loro 🙂 ) che necessitano di assistenza. Quindi non solo chi proprio non è autosufficiente, ma anche chi ha limitazioni più “leggere”, e senza limiti di età.
 
Nelle nostre richieste ufficiali (https://goo.gl/FTe5wZ) lo diciamo chiaramente:
“Chiediamo:
Che venga erogata ad ogni persona disabile (con disabilità di qualunque tipo) a cui serva assistenza personale, la somma di cui necessita, secondo il suo bisogno, sulla base di interventi individuali e non standardizzati”.
 
Dovrebbe essere un concetto scontato, e forse è quasi offensivo specificarlo, ma purtroppo ci sono molte realtà che discriminano, e noi vogliamo dissociarci con forza dal mito, che ancora persiste in alcune persone disabili fisiche, del disabile “di serie A” e quello “di serie B” (in riferimento a disabili motori vs cognitivi).
2018-07-29T15:13:17+00:00